Articoli

Breakout: c'è un titolo in Borsa che sta andando a gonfie vele ...

Breakout: c'è un titolo in Borsa che sta andando a gonfie vele ...

Pubblicato Gio 22 Ottobre 2020 - 21:36 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Nascoste tra le pieghe dei drammi del Covid ci sono storie che fanno riflettere.

 

Una di queste storie parla di una società che ha sempre seguito un percorso di crescita e di stabilità reddituale ma che nel primo semestre del 2020 è letteralmente volata.

 

L'abbiamo seguita attentamente da quando è stato pubblicato il bilancio semestrale, l'azione ha avuto un movimento rialzista violentissimo per poi ritracciare altrettanto violentemente. 

 

E' questo il momento di entrare ?

 

Stiamo pronti.

 

La Doria è una società quotata al segmento STAR e attiva nella produzione di derivati del pomodoro, sughi, legumi e succhi di frutta a marchio della Grande Distribuzione - ha comunicato i risultati finanziari dei primi sei mesi del 2020, periodo chiuso con ricavi per 441,81 milioni di euro, in aumento del +23,2% rispetto ai 358,65 milioni realizzati nella prima metà dello scorso anno; il management ha evidenziato che l'aumento delle vendite ha riguardato, in diversa misura, tutte le aree geografiche e tutte le categorie di prodotto.

 

In forte crescita anche il margine operativo lordo, salito da 23,26 milioni a 34,18 milioni di euro (MOL +46,8%); di conseguenza, la marginalità è migliorata dal 6,5% al 7,7%. 

 

La Doria ha terminato lo scorso semestre con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 25,76 milioni di euro, rispetto ai 9,85 milioni dei primi sei mesi del 2019, grazie anche proventi su cambi per 8,36 milioni.

 

A fine giugno 2020 l'indebitamento netto del gruppo ammontava a 89,17 milioni di euro, in forte contrazione rispetto ai 148,8 milioni di inizio anno, grazie alla positiva generazione dei flussi di cassa.  

 

Pur in un contesto di generale incertezza, il management di La Doria prevede per l'anno in corso un incremento del fatturato e un sensibile miglioramento della marginalità rispetto all'esercizio 2019 e alle previsioni.

 

 

Tecnicamente è una di quelle azioni a metà del cammino, non sui minimi e nemmeno sui massimi. Tipicamente non il nostro titolo preferito, ma i dati fondamentali parlano da soli.

 

Aspettiamo il momento per entrare.

 

 

 



Top