Articoli

Tomasini scappa con la cassa ?

Tomasini scappa con la cassa ?

Pubblicato Mar 16 Agosto 2022 - 10:05 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

I lettori che pagano con carta di credito lo chiedevano da anni: attivare il rinnovo automatico dell’abbonamento per tutte le scadenze del sito.

 

Sono loro paradossalmente quelli che subiscono il disastro di Nexi: oggi riesci a pagare, domani non ci riesci e spesso i lettori davvero debbono volere abbonarsi perché l’operazione la debbono tentare 5 o 10 volte.

 

E ogni volta la nostra segreteria (quando non è in ferie) deve intervenire per attivare sulla parola altrimenti c’è Tomasini che corre come è giusto che sia anche d’agosto e per Natale.

 

Per il nostro giornale è stato una specie di incubo, come sempre avviene quando cambi tecnologia. Il primo step è stato quello di abbandonare Paypal, che costa un occhio e non ha certe funzioni. Il secondo di adottare Stripe. Il terzo quello appunto di passare a livello di piattaforma al rinnovo automatico. Operazione che io trovo naturale nel mondo dell’editoria e che apprezzo ogni giorno: il nostro giornale è abbonato a qualche decina di piattaforme e di servizi on line e se non ci fosse il rinnovo automatico vi assicuro che passeremmo un mare di tempo a cliccare qui e là con il rischio dell’interruzione del servizio.

 

Io sono abbonato in Italia a Il Sole 24 Ore e Milano Finanza, Repubblica e il Corriere della Sera e trovo naturale che loro mi rinnovino automaticamente, debbo dire anche con malizia perché nessuno di questi giornali mi manda 5 email di fila avvertendomi della scadenza e avvertendomi che ci sarà il rinnovo automatico come facciamo noi.

 

Ma tant’è: non ho voglia di correre dietro a tutti e so benissimo che quando faccio la contabilità e debbo disiscrivermi da un servizio lo debbo fare per tempo per togliere il rinnovo automatico. Non cambia la sostanza del rapporto, sono sempre io a decidere.

 

Ed invece alcuni lettori sono stati piccati da questa nostra innovazione e forse amanti della dietrologia hanno pensato che Tomasini scappa con la cassa.

 

Ricordo a tutti che esiste la possibilità di rimborsare l’abbonamento entro 7 giorni come risulta da https://www.emiliotomasini.it/acquista/  per cui nessuno ruba a nessuno né scappa con la cassa: primo non saprei dove scappare, secondo francamente non saprei che altro lavoro andare a fare nella vita e i 97 euro di qualche lettore non mi permetterebbero di fare la bella vita senza lavorare in Borsa tutti i giorni.

 

Quindi tranquilli: se non volete rinnovare o semplicemente rinnovate per sbaglio mandate una email e vi restituiamo il maltolto.

 

Ma per piacere non costringeteci a diventate matti con gli abbonamenti mensili di quei lettori che invece pagano con carta di credito e la carta di credito non funziona.



Top