Articoli

Un buy in omaggio al vecchio leone

Un buy in omaggio al vecchio leone

Pubblicato Gio 14 Maggio 2020 - 09:50 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Ieri non è successo niente.

 

Powell ha detto cose che tutti già sapevamo ma i mercati hanno reagito male e gli indici USA hanno finalmente rotto al ribasso il triangolo in cui giacevano da un paio di settimane (alcuni ci vedono un doppio massimo, questione di gusti, sempre congestione è).

 

A questo punto tutti concordano che dovremo scendere di un -5% dai valori di chiusura di ieri sera.

 

Niente di drammatico: se gli indici USA scendono sereni e tranquilli senza sprofondamenti vari saremo nella felice situazione di tracciare una trendline rialzista più sana (come specificato nell’articolo di ieri).

 

Se assisteremo ad un sell off ci sarà da preoccuparsi.

 

Almeno questa è la mia visione.

 

il mercato italiano è semplicemente morto e non vale la pena spendere molte parole.

 

Siamo entrati su Berkshire Hathaway nel portfolio value in maniera assolutamente classica per un mean reverting: quando tutti criticano Buffett.

 

Il vecchio leone è stato messo sotto accusa dagli investitori USA perché sarebbe rincoglionito e a differenza della crisi del 2008 che lo ha visto protagonista questa volta sia stato completamente passivo di fronte al dramma dei mercati. E le sue azioni avrebbero perso un -25% rispetto ad un -14% del mercato. Secondo le accuse il vecchio leone di Omaha sarebbe rimasto impassibile davanti al minimo dei mercati e anzi avrebbe assunto un atteggiamento trend follower spingendo sull’orlo del baratro della tendenza negativa accentuata le compagnie aree che erano sempre state il suo fiore all’occhiello quindi vendendole mentre scendevano e quindi dando man forte ai ribassisti (lui che ha sempre comprato quando gli altri vendevano).

 

Il nostro acquisto è un omaggio al vecchio leone: vuoi mai vedere che il vecchio abbia ancora ragione una volta ?

 

Ieri Diasorin è letteralmente volata con un +7,48% confermandosi una delle poche aziende a puntare al rialzo in questa fase di mercato e che ieri ha accelerato grazie ai dati della trimestrale. Utili in caso del 6,6% a “soli” 37,7 milioni di utile, importo che in valore assoluto dimostra come il gruppo di diagnostica abbia fatto bene in un mercato stravolto dal Coronavirus. Il fatturato in pari periodo è cresciuto del 2.3% su base annua a 176 milioni di euro . Il margine operativo lordo si è ridotto di un minimale 4.5% a 27 milioni. Migliora la posizione finanziaria.



Scorri indietro
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top