Articoli

Azioni Enav: bel triangolo e buoni risultati mantenendo però tanti “nonostante”

Azioni Enav: bel triangolo e buoni risultati mantenendo però tanti “nonostante”

Pubblicato Mar 23 Agosto 2022 - 09:46 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Prima di acquistare una nuova automobile si valutano sempre diversi fattori: quanto consuma, confort, velocità massima, il suo passato (se è usata) e solo dopo, quando tutte (o quasi) le nostre condizioni vengono soddisfatte si procede al pagamento e la si porta a casa.

 

In Borsa può funzionare alla stessa maniera. Ma quali sono i criteri più importanti da valutare, come fare per risparmiare tempo, fatica e possibilmente denaro?

 

La risposta è sull’Indipendente di Borsa, nella sezione “Analisi Tecno-Fondamentale delle Azioni” (QUI). E siccome abbiamo promesso una metodologia di trading che faccia risparmiare tempo, inutile perderne troppo per spiegare per filo e per segno come funziona. In sintesi, si tratta dell’italianizzazione targata Indipendente di Borsa del Canslim, quel prezioso metodo che ci ha tramandato William O’ Neil che va a selezionare le migliori azioni seguendo parametri precisi come il settore (azione top richiede settore top), tasso di crescita nell’ultimo periodo, momento del mercato (che deve essere al rialzo), presenza di investitori istituzionali (che indicano che c’è della “ciccia”) e altro ancora.

Chi non avesse idea di cos’è il Canslim può guardare questo FILMATO >>> 

 

Ecco che oggi con il ranking che potete trovare nella sezione sopracitata andremo ad analizzare di azioni Enav.

 

 

L’ultima volta che abbiamo citato l’azione è stato prima dell’estate nell’ARTICOLO 

 

In quell’occasione, momento fortemente rialzista di rottura dei massimi, avevamo messo in allerta i lettori non solo della scarsità dei volumi, che ancora ci mostrano una situazione con poca liquidità che non ci dà sicurezza, ma anche del fatto che il rialzo non avrebbe resistito e sarebbe tornato in congestione. A distanza di qualche mese ne riparliamo: se i volumi sono rimasti quelli, all’orizzonte c’è un triangolo che presto potrebbe chiudersi rompendo finalmente l’orizzontalizzazione e partendo al rialzo o al ribasso.

 

 

E se una situazione prossima al movimento non è certamente sufficiente, adesso mettiamo sul tavolo anche gli altri lati positivi partendo dal fair price in linea con la valutazione reale. Un cambiamento rispetto al alcuni mesi fa, che ci fa stare più tranquilli nelle valutazioni e allontana il rischio di una sopravvalutazione che non fa mai bene.

 

 

Certo anche il grafico degli ultimi anni potrebbe essere meglio (ma anche peggio) e ci mostra una congestione che sembra essere infinita. Il punto però è che non è MAI infinita e bisogna ricordarlo.

La forza finanziaria è un 5 su 10, mentre va meglio sul piano della profittabilità.

 

(fatturato)

 

(ebitda)

 

Negli ultimi anni il fatturato è stato traballante ma mediamente in salita, con una percentuale di aumento dell’0,60%, contro un Ebitda che si mostra pressocché piatto.

Risultati che però, almeno secondo gli analisti, sono in aumento.

Come vediamo dall’immagine qui sotto, nonostante un crollo nel 2020 imputabile alla pandemia da Covid l’andamento è sempre stato positivo e, a detta dei vertici, lo sarà ancora di più in futuro.

 

 

Al momento, del resto, la storia che ci raccontano i risultati del primo semestre dell’anno in corso, resi noti a inizio agosto (motivo in più per essere cautamente ottimisti) è buona: la società, attiva nella gestione del traffico aereo civile in Italia, ha chiuso il periodo in esame con ricavi per oltre 412 milioni di euro (+9,9%). Crescita a doppia cifra anche per l’Ebitda, passato da 76,61 a 97,01 milioni di euro (+26,6%).

 

Il settore, per concludere, è in crescita… o meglio, in volo. Complice anche l’estate, ma non solo, il traffico aereo è positivo.

 

“I dati del primo semestre – ha commentato l’amministratore delegato, Paolo Simioni - confermano un’evidente e costante crescita dei volumi di traffico in Italia e in Europa. Questi elementi ci fanno guardare al futuro con rinnovato ottimismo e rappresentano altresì le basi necessarie per dare continuità al nostro progetto industriale che punta all’innovazione e alla digitalizzazione. ENAV sta rispondendo a questa forte ripresa con performance operative eccellenti anche in termini di puntualità. La Commissione europea ha peraltro recentemente approvato il piano di performance italiano, tornando così a dare quella stabilità regolatoria di medio-lungo periodo che caratterizza il core business di ENAV.”

 

CONCLUSIONE: I VOLUMI DELUDONO, MA IL TRIANGOLO, IL SETTORE E GLI ULTIMI RISULTATI INVITANO A DARCI ALMENO UN’OCCHIATA…



Top