Articoli

L'ITI come la dieta: chi va piano va sano e va lontano

L'ITI come la dieta: chi va piano va sano e va lontano

Pubblicato Lun 30 Agosto 2021 - 05:55 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

L'indice Ftse All Share non riesce a chiudere al di sotto del massimo precedente divenuto ora supporto. E sta disegnando un triangolino di quelli che hanno potenzialità esplosive, sia al rialzo che al ribasso. Le probabilità che l'indice Ftse All Share esploda al rialzo sono superiori ovviamente a quelle che succeda l'opposto e questo è dato dalla situazione insolita di entusiasto ferragostano che sta contagiando le Borse internazionali:

 

 

 

La nostra posizione è sempre la stessa. Se il nostro indice Ftse All Share troverà la forza per stabilirsi sopra 29.000 potremo assistere ad un balzo del +30% in uno spazio temporale molto ridotto. Per capire come siamo inseriti in una situazione che non si vedeva da decenni se non da secoli pubblico una serie di grafici molto ma molto eloquenti: il primo concerne la vendita di azioni negli USA e vi dà il polso di come siamo messi a livello di euforia

 

 

E possiamo proseguire con questo grafico che mostra il numero di azioni dell'SP500 che sono sui massimi storici, ovvero il nostro piatto forte. Il 2021 sembra essere il secondo anno dal 1928 ad oggi con il maggiore numero di azioni dell'SP500 posizionate sui massimi:

 

 

Ma veniamo alle azioni italiane.

 

La Borsa è come la dieta: se si dimagrisce troppo in fretta, è facile riprendere tutti i chili persi in poco tempo. E' per questo che una dieta va studiata, rispettata e, spesso e volentieri, deve essere fatta con calma, senza saltare le tappe. Allo stesso modo, se associamo questo concetto ai movimenti del mercato, una buona azione non la si riconosce semplicemente da un rialzo improvviso che può essere susseguito da un crollo altrettanto grande, ma da un crescendo graduale e costante. Su questo principio si basa l'Independent Trend Index, il ranking targato Indipendente di Borsa che ricerca le azioni che, nel tempo, formano la curva “perfetta”, ovvero quella a 45 gradi. Rialzi così regolari da risultare quasi prevedibili, pattern che si ripetono e che difficilmente nascondono brutte sorprese dietro l'angolo. La calma è la virtù dei forti. Nell'articolo di oggi utilizzeremo l'ITI (consultabile gratuitamente al link: https://www.emiliotomasini.it/report-ranking/ranking-iti/) per analizzare i sei titoli il cui trend più si avvicina alla tanto ambita curva a 45 gradi.

 

AZIONI EDILIZIACROBATICA: Possibile triangolo in formazione per azioni Ediliziacrobatica, il cui trend potrebbe stare per cambiare. Anche i volumi, in diminuzione, potrebbero essere un avvertimento che gli investitori istituzionali hanno mollato la presa oppure si sono presi una pausa. Del resto sappiamo bene che un rialzo non può proseguire all'infinito. Il titolo nel mese di agosto è letteralmente impazzito, con i prezzi aumentati di oltre il 70%. L'azienda ha chiuso i primi sei mesi dell'anno in corso con ricavi per oltre 37 milioni di euro, in aumento del 113,3% rispetto allo stesso periodo del 2020.

 

 

AZIONI REPLY: Gran momento per azioni Reply, che stanno continuando a salire fino a toccare i massimi; con i prezzi che attualmente sfiorano i 171 euro. Dopo la rottura del triangolo di metà agosto avevamo già annunciato nell'articolo https://www.emiliotomasini.it/azioni-migliori-azioni-italiane-iti-independent-trend-index-7/ che probabilmente sarebbe ripartita la corsa al rialzo, e così è stato. Da inizio anno i prezzi sono cresciuti di quasi l'82% e i volumi sono rimasti abbondanti e costanti. La società ha chiuso i primi sei mesi del 2021 con ricavi per oltre 712 milioni di euro, in aumento del 16% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

 

AZIONI FINE FOODS & PHARMACEUTICALS: Situazione molto simile ad azioni Reply per azioni Fine Foods & Pharmaceuticals. Anche in questo caso, infatti, notiamo immediatamente un rialzo che ha portato alla rottura dei massimi e anche adesso si conferma quello che avevamo preannunciato qualche settimana fa dopo la chiusura del triangolo. I prezzi, adesso fermi a 18 euro, da inizio anno sono aumentati dell'80%. La società ha chiuso il 2020 con ricavi per circa 172 milioni di euro, in crescita dell'8% rispetto all'anno precedente.

 

 

AZIONI DIGITAL VALUE: Momento di stallo per azioni Digital Value, che però potrebbero essere smosse dalla chiusura del triangolo. Ripartenza in arrivo? I prezzi da inizio 2021 a oggi sono cresciuti di oltre il 151%, mentre i volumi sono rimasti costanti. L'azienda ha chiuso i primi sei mesi dell'anno con ricavi che superano i 256 milioni di euro, in aumento del 21,7% rispetto allo stesso periodo del 2020.

 

 

AZIONI EL.EN: La chiusura del recente triangolino ha effettivamente portato a un lieve rialzo, ma i volumi non ci convincono. Nonostante tutto è fuori discussione che il 2021 sta portando fortuna ad azioni El.En, i cui prezzi, che attualmente sfiorano i 13,2 euro, sono aumentati, da inizio anno a oggi, di oltre il 98%. Dopo l'ok dei soci al frazionamento azionario, dal 2 agosto quattro nuove azioni corrispondono ad ogni titolo attualmente in circolazione. La società ha chiuso il primo trimestre dell'anno con ricavi per 116,37 milioni di euro registrando un aumento del 59,5% e l'Ebitda ha subito un salto del +120%. I vertici dell'azienda stimano di chiudere l'anno con un fatturato di 500 milioni.

 

 

AZIONI ITALIAN WINE BRANDS: Triangolo in formazione per azioni Italian Wine Brands che potrebbe interrompere questo leggero momento di stallo? I volumi sono abbastanza stabili e abbondanti e i prezzi sfiorano i 43 euro, molto vicini all'apice (il massimo storico, rotto pochi giorni fa, era sui 49 euro). Recentemente i soci hanno dato l'ok all'aumento di capitale riservato per un importo complessivo di 45,5 milioni di euro. L'aumento prevede l'emissione di 1.400.000 nuove azioni ordinarie al prezzo di 32,5 euro. La società a inizio estate ha acquisito il 100% del capitale di Enoitalia.

 

 



Top