Articoli

NEXI, what’s NEXT?

NEXI, what’s NEXT?

Pubblicato Mer 18 Novembre 2020 - 19:06 da Stefano Bonini Tag: Borsa

NEXI è una di quelle società forse conosciuta a pochi i cui servizi sono però utilizzati da tutti: è infatti il principale issuer italiano di carte di credito, oltre che il protagonista indiscusso nel mercato dei pagamenti digitali.

 

Qualche settimana fa NEXI ha annunciato l’integrazione con SIA, altra società italiana del settore dei pagamenti, quella che per intenderci nel 1983 ha lanciato il Bancomat e con la fine della scorsa settimana NEXI ci dice che si fonde con NETS, un altro operatore europeo del mercato dei pagamenti.

 

In poco tempo sembra si siano create le basi per diventare leader europeo nel settore dei pagamenti digitali.

 

NEXI è un’azienda che fa utili, le azioni sono passate da 9.3€ a metà novembre 2019 a 15.2€ oggi, non male in piena pandemia Covid-19.

 

Come si spiega questa doppia acquisizione in tempi strettissimi? Nel mondo dei pagamenti, e non solo, è in atto una forte accelerazione e chiaramente la crescita organica non basta più.

 

C’è necessità di una crescita veloce, ma anche ben strutturata, passando per vie esterne. L'integrazione con NETS è un chiaro esempio di questa strategia, dove si hanno bassi costi di integrazione, vista la forte complementarietà tra le due realtà su mercati differenti.

 

Sempre in termini di costi questo comporta una forte razionalizzazione nell’infrastruttura IT e negli investimenti, in altre parole sfruttando la stessa tecnologia si possono accrescere i ricavi attraverso il cross-selling in Paesi differenti.

 

L’Italia si conferma attore chiave sul mercato tecnologico applicato al sistema finanziario e si sta mostrando quale ganglio vitale per il sistema dei pagamenti a livello Europeo.

 

Nota per i più appassionati di tecnologia, il gruppo NEXI-NETS ha importanti brevetti in ambito di tecnologia biometrica, e questo sarà alla base dei pagamenti che faremo nel sempre più prossimo futuro.



Top