Articoli

Bilderberg, Tomasini e la teoria delle élites

Bilderberg, Tomasini e la teoria delle élites

Pubblicato Ven 09 Settembre 2022 - 18:22 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Un lettore di vecchia data mi scrive:

 

Ciao Emilio,

sai che nutro per te la massima stima e la massima fiducia, leggo con attenzione quanto viene pubblicato nel sito ma penso, sperando di sbagliarmi, che sei troppo ottimista.

Temo che siamo solo all’inizio di un periodo in cui molte attività chiuderanno e anche i nostri risparmi verranno erosi oltre che dall’inflazione anche dal crollo dei mercati.

Il fatto che nell’agenda del gruppo Bildeberg fosse indicato che ci sarebbe stato il crollo dei mercati non ti preoccupa, non credi a quanto si dice di queste persone??’ Solo fantasie dei complottisti??

Vedremo con l’augurio che tu abbia ragione e che le mie sensazioni rimangano tali e non si concretizzino nella vita….

Nel mio paesello, ex centro internazionale della calza  molte aziende metteranno tutti i dipendenti in cassa integrazione dopo aver consegnato gli ultimi ordini per non pagare le penali contrattuali perché hanno perdite di migliaia di euro al giorno a causa dell’aumento dell’energia, bollette da 60.000€ a bimestre schizzate a 270.000€.

Un caloroso e affettuoso abbraccio perché ti voglio veramente molto bene… A risentirci magari in presenza…

 

============================================================

 

Caro Paolo,

 

io seguo da vicino le tesi “complottiste” come dici tu di Bilderberg e ho molti amici e collaboratori che sono dei convinti seguaci di queste tesi.

 

Io fatico a dare credito pratico a queste tesi anche se le trovo affascinanti e comunque per niente nuove: si tratta di ammodernamenti della teoria delle élites che è un argomento consolidato nella scienza della politica.

 

Mi madre, tra le tante cose buone che ha fatto per me, mi ha regalato al compimento del 18esimo anno di età il dizionario della politica di Matteucci della UTET, un capolavoro che consiglio a tutti di comprare e di leggere.

 

Pur non avendo studiato scienze politiche sono sempre stato attratto da queste teorie e vado ripetendo ai miei figli che “le élites sono globali mentre la ggente è locale” nella speranza che afferrino il vero senso (se sei globale sei tu a cambiare il governo e il paese comprando un biglietto aereo senza ritorno, se sei locale devi andare a votare e discutere con l’Ufficio Tecnico del Comune di Vattelapesca).

 

Per chi vuole approfondire la teoria delle élites (non il Bilderberg che ne è una riedizione) può leggere su un sito insospettabile come quello della Treccani una bella summa: https://www.treccani.it/enciclopedia/teoria-delle-elites_%28Enciclopedia-delle-scienze-sociali%29/

 

Quindi relativamente al fatto che esiste o non esista, che sia attivo o non sia attivo il circolo Bilderberg rimango neutrale.

 

Che esistano le élites questo è evidente di per sé.

 

Relativamente alla quotidianità io diffido sempre di ogni cosa che non è sotto il mio controllo: e ti faccio un esempio di Borsa.

 

Che tutti ora predichino la fine del mondo lo trovo naturale ma francamente io per il momento non la vedo: io vedo che quello che ho scritto qualche mese fa relativamente ai supporti del mercato è ancora vero perché non sono stati infranti ed anzi ora il mercato non ha più neppure paura di un rialzo di 0.75 dei tassi della BCE. Come faccio a fare questa previsione ? In due modi:

 

  1. 1. Dopo il bello viene il brutto, è sempre stato così e quindi quando è brutto penso che il bello sia lì da venire. Quando dopo il brutto verrà il bruttissimo saremo tutti morti in una esplosione nucleare e non ci sarà da preoccuparsi. Ma fino a quel momento vale la regola che dopo il brutto viene il bello.
  2.  
  3. 2. Guardo i grafici più delle notizie fondamentali. E tieni conto che io sono uno che sono abbonato a Wall Street Journal, Financial Times, New York Times, Le Monde, Repubblica, leggo ilGiornale.it perché ci scrivo sopra e sono abbonato full a Il Sole 24 Ore. Ho smesso Milano Finanza perché trovo più interessante il Settimanale di LombardReport.com che questo giornale, di cui negli ultimi anni mi limitavo alla lettura dell’editoriale di Panerai. E seguo i mercati in tempo reale con i lanci di agenzia e con una decina di siti italiani e stranieri. Quindi diciamo che sono in overflow di informazioni. Se ci aggiungi i report riservati di un centinaio di banche internazionali e fondi di investimento che arrivano in redazione se stessi a leggere informazioni tutto il giorno potrei arrivare a mezzanotte. Di tutto questo caravanserraglio io però non controllo niente. Sono una piuma al vento. Quindi leggo quello che posso ma do a quello che leggo il credito dovuto cioè pochissimo.
  4.  
  5. Che cosa sta succedendo ora ? Sta succedendo l’impensabile: la Russia è alle corde in Ucraina, il prezzo del gas è sceso a 200 al solo nominare il price cap, i mercati non temono il rialzo dei tassi perché la considerano un impegno contro l’inflazione, l’economia USA ci diranno che non è mai entrata in recessione, i ristoranti di questo Belpaese sono sempre pieni nonostante ormai a fare i pieno e la spesa al supermercato vengono i brividi ai polsi.
  6.  
  7. E’ cambiato qualcosa negli ultimi mesi ?
  8.  
  9. No quei supporti che dicevamo avevano tenuto continuano a tenere e i mercati sono più rialzisti che ribassisti.
  10.  
  11. Sembra che la notte stia passando e l’alba sembra vicina.
  12.  
  13. Se guardi i grafici non è cambiato nulla ma sopra i grafici è passato il putiferio.
  14.  
  15. Io non ho mai capito e non capirò mai se è la realtà che condiziona la Borsa o è la Borsa che condiziona la realtà.
  16.  
  17. Morirò senza capirlo ma mi consolo perché forse non lo sa nessuno.
  18.  
  19. Quello che so che io Tomasini come San Tommaso mi fido di quello che vedo.
  20.  
  21. Tutto il resto francamente passerà come la notte … quindi in conclusione o controllo il processo di valutazione o semplicemente non valuto.
  22.  
  23. E si sta anche meglio .. credimi …


Top