Articoli

Come l'8 settembre 1943 sono scappati tutti ...

Come l'8 settembre 1943 sono scappati tutti ...

Pubblicato Mar 26 Gennaio 2021 - 19:49 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Succede sempre così, nel bel mezzo di una guerra il governo in carica decide di arrendersi da solo. Se la guerra è al Covid e non siamo nel 1943 diciamo che il nostro governo ha deciso da solo di andare a casa, noi rimaniamo qui da soli contro il nemico e il Recovery Plan forse ci sarà.

 

Ormai ne ho talmente abbastanza che da qualche anno non leggo nemmeno più le notizie dei giornali italiani sulla politica interna: non voglio sapere.

 

Quindi sono la persona meno indicata per prevedere il futuro.

 

Il dato di fatto che con questa crisi, l’allargamento dello spread e l’indecorosa rinnovata mancanza di fiducia sull’Italia dei partner europei (fiducia conquistata al prezzo di qualche decina di migliaia di morti durante le prime battute di inizio della pandemia) il percorso economico nostrano è di nuovo in pericolo.

 

E questo quando apprendiamo che con le misure di sostegno (vere) del governo degli Stati Uniti le famiglie americane scoppiano di cash come dimostra il grafico che segue:

 

 

 

Il vero problema è un altro: è che gli indici usa stanno crescendo non a 45 gradi ma a 90 gradi e questo prima o poi deve finire, anzi un trend follower come me sostiene che deve finire più prima che poi e questo è tutto dire. Il “capitulation” index della BCA segnala una correzione del 10% in arrivo … dove per capitulation index fanno una media pesata di diversi indicatori di sentiment. Io guardo di solito il MC Clellan e l’ho postato per anni ma non lo mostro per niente perché non solo non è significativo … è da interpretare negativamente visto che è in divergenza con i prezzi dell’indice.

 

 

 

Ma guardate come sono messi gli hedge fund: nel 2008 e 2009 erano tutti short mentre ora sono tutti ossessivamente long. Cosa è successo nel 2009 ? Rimbalzone ! Cosa succede nel 2021 ? Crollo ?

 

 

Si sono ribaltate anche le prospettive dell’inflazione: se da ormai un decennio ci aspettiamo una inflazione bassa e un tasso di interesse negativo guardate i settori che in questi mesi hanno visto degli afflussi di denaro: sono tutti settori “inflation sensitive” e quindi sappiamo già da che parte la smart money sta aspettando che si posizioni il ciclo.

 

 

 

Detto tutto questo francamente per il Nasdaq se non vedo una correzione mi spavento sempre più, per il mercato italiano domani stilo la lista dei titoli su cui concentrarsi ma comprare ora … mah … davvero … ci vuole coraggio.



Top