Articoli

Dove e come cercare le buy opportunity  nel mercato italiano?

Dove e come cercare le buy opportunity nel mercato italiano?

Pubblicato Mer 22 Aprile 2020 - 10:10 da Matteo Bertoni Tag: Borsa

In questa fase l’andamento dei mercati dipende prevalentemente dalle notizie che vengono fuori di ora in ora sul Covid19.

 

Basandosi su delle Conference Call con numerose società italiane Giacomo Tilotta, Head of European Equity di AcomeA SGR in un report intitolato “L’importanza dello stock picking nel mercato italiano” che si può trovare QUI>> ,sottolinea come nel mercato mid e small italiano  si possono cogliere opportunità dalle c.d.  “multinazionali tascabili“ .

 

Il report di Tilotta si basa su 4 punti fondamentali: liquidità, fattore Cina, prospettive e nuove tendenze.

 

Per il primo punto Tilotta spiega come “la situazione ad oggi appare gestibile… nel settore industriale, vi sono interessanti società che hanno delle possibili leve da utilizzare per gestire sia l’attuale fase di contrazione, sia una possibile difficile ripresa del ciclo economico.”

 

Il secondo punto pone il focus su dove sta avvenendo la maggiore ripresa in Cina dopo il LockDown, su questo aspetto “la ripresa, anche se in maniera lenta e graduale c’è, e riguarda in particolare i settori delle telecomunicazioni e della tecnologia e in parte anche quello industriale.”

 

Sulle prospettive l’ago della bilancia appare essere il modello di business della società, maggiore è il grado di flessibilità di quest’ultimo, maggiore sarà la capacità di adeguarsi senza troppe criticità ai cambiamenti che sicuramente ci saranno con questa crisi.

 

 

L’ultimo punto invece riguarda i cambiamenti strutturali, come abbiamo visto nelle ultime settimane c’è stato una accelerazione sull’utilizzo del c.d. “lavoro agile” in Italia che prima veniva tanto bistrattato, il fenomeno della digitalizzazione subirà quindi un ulteriore step in avanti come dice anche Tilotta tale processo di digitalizzazione “imporrà le società stesse ad accelerare verso un processo di conversione sull’online, che decreterà il successo di un’azienda rispetto alle altre.”

 

Da questi quattro aspetti le opportunità che ci possono essere riguardano l’universo delle mid e small cap italiane. “Parliamo di quelle "multinazionali tascabili", di quelle realtà innovative e altamente competitive sui mercati globali. Di fatto, le eccellenze del nostro Made in Italy.

 

Queste aziende presentano un basso indebitamento, margini sostenibili, visione internazionale e un management direttamente coinvolto. Possono inoltre consolidarsi, e quindi aumentare la loro presenza sul mercato, con realtà più piccole o con altre aziende straniere che trattano a valutazioni più interessanti”.

 

Il report di Tilotta si conclude comunque lasciando un Warning “ È difficile, anzi impossibile, prevedere l’andamento futuro dei mercati e capire se i minimi di metà di marzo possano essere ritestati o meno.
Crediamo che lo sforzo dei risparmiatori, come quello degli investitori, debba essere oggi rivolto a ricercare opportunità in un orizzonte temporale di medio lungo periodo sulla base dei fondamentali delle società su cui si investe.”

 

Aggiungendo infine come sia cruciale soprattutto nel contesto odierno diversificare:

 

“ il principio della diversificazione alla base dei propri investimenti. Anche in un mercato dove tutto sale e tutto scende sulla base di eventi più macro che micro, guardare alle singole aziende noi appare come un esercizio inevitabile e alla lunga premiante. Diversificare scegliendo non soltanto le aziende da un profilo di business solido e resiliente secondo noi va accompagnato con uno stock picking all’interno di quei settori apparentemente più vulnerabili, le cui valutazioni possono però rappresentare un importante supporto per un ritorno interessante nel medio-lungo periodo."



Scorri indietro
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top