Articoli

Siamo di fronte ad un nuovo cigno nero?

Siamo di fronte ad un nuovo cigno nero?

Pubblicato Lun 03 Febbraio 2020 - 07:59 da Matteo Bertoni Tag: Borsa

Per chi non lo sapesse con il termine Cigno Nero si intende la metafora che coniò Nassim Taleb, professore di finanza, per quegli eventi finanziari casuali e difficili da prevedere, le cui conseguenze negative sono di grande portata per tutti, per fare alcuni esempi la bolla di internet nel 2000 o le torri gemelle nel 2001. Siamo di fronte ad un nuovo Cigno nero o ad una grande opportunità di acquisto?

 

MarketWatch ha pubblicato un interessante articolo sulla situazione recessiva del mercato azionario odierno intervistando Ralph Acampora, noto analista tecnico definito il "padrino dell'analisti tecnica", andiamo a guardare i tratti più salienti e proviamo a ricavarne qualcosa di utile per noi.

 

Secondo Acampora ( intervista nell'articolo linkato qui>>https://www.marketwatch.com/story/godfather-of-technical-analysis-says-stock-market-downturn-is-going-to-get-worse-i-am-looking-at-a-10-drop-maybe-a-little-but-more-2020-01-31?mod=home-page ) la situazione di calo sul mercato azionario non si è ancora conclusa anzi è probabile che questa fase ribassista si prolunghi ancora per un pò.

 

Nell'articolo Acampora dice " Il mercato stesso è stato allungato, il che è vero, quindi noi stavamo chiedendo un qualche tipo di correzione e questo è il catalizzatore" secondo la sua analisi probabilmentè ci sarà un calo del 10% circa.

 

Questa situazione ovviamente porterà per il 2020 una riduzione della crescità economica di rilevanza mondiale in quanto riguarda la seconda economia mondiale.

 

Molti analisti sono infatti preoccupati per come hanno riaperto oggi le borse a Pechino (-8%).

 

Nell'ultima settimana infatti abbiamo avuto i primi casi in Italia che hanno portato a dichiarare lo stato di emergenza per 6 mesi e negli Stati Uniti c'è stato un caso di contagio diretto.

 

Detto questo, il virus in questione ha una percentuale di morte rispetto ai contagiati di circa il 2% ( molto inferiore alla SARS la cui percentuale era del 10% ).

 

Guardando il grafico infatti si vede come il rischio sia veramente basso.

 

per rimanere aggiornati basta cliccare qui >>https://public.flourish.studio/visualisation/1293339/?utm_source=embed&utm_campaign=visualisation/1293339

 

Sempre nell'articolo infatti, Acampora conclude in questo modo " Non sono negativo sul mercato azionario, se hai liquidità e stai cercando di entrare in questo mercato, questa è un'opportunità" riferendosi al mercato americano, ma possiamo far valere questa analisi anche per quello italiano ?

 

 

 

 

 



Scorri indietro
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top