FAQ

SEGNALI OPERATIVI & PORTAFOGLIO

 

Di seguito un video che spiega come seguire profittevolmente le nostre raccomandazioni operative sulle azioni

 

 

 

Cosa è un ordine stop  sulle azioni ?

Comprare "stop" significa comprare ad un massimo relativo precedente al fine di sfruttare il movimento rialzista che si sviluppa intorno a questi punti. Se il titolo quota 90, e io piazzo un ordine di acquisto "stop" a 100 significa che non appena il titolo registra una transazione a 100 il mio ordine viene immesso "mercato" (ovvero eseguilo subito al primo ask disponibile). E' possibile che gli ordini stop restino attivi sul mercato per settimane e quindi bisogna piazzali "a revoca" (sono attivi finché non vengono revocati).

 

Cosa significa eseguire un ordine stop "in chiusura" ?

Soprattutto sui titoli non eccessivamente liquidi può succedere che sapienti mani istituzionali riescano a movimentare il titolo facendolo oscillare pericolosamente verso il basso per poi magicamente acquistarlo a più basso prezzo e farlo così ritornare al punto di partenza. Per evitare di essere gabbati gli ordini del nostro portafoglio debbo essere eseguiti in uno stop "virtuale" che ci fa uscire se il prezzo a pochi minuti dalla chiusura è inferiore al livello indicato (ovviamente non è uno stop automatico).

 

L'operazione è fattibile da chi può collegarsi ogni giorno prima della chiusura per controllare le posizioni e dispone di una piattaforma on line. In mancanza di questi due fattori l'ordine in stop in uscita è pericoloso soprattutto sui titoli illiquidi e quindi vale la pena considerare di eseguire gli ordini in uscita il giorno dopo in apertura. Ovviamente in alcuni casi si può avere un peggioramento delle performance.

 

Riassumendo per chi non ha tempo di controllare le posizioni in chiusura o non ha la piattaforma on line o entrambi i casi: ordine di entrata sul mercato in stop a revoca (valido più giorni), ordine di uscita a mercato in apertura il giorno successivo all'uscita.

 

Cosa è un ordine limite sulle azioni ?

Un ordine limite serve a comprare più basso che i prezzo corrente (è quindi un ordine che va contro il mercato mentre quello stop lo asseconda) o a vendere ad un prezzo superiore a quello corrente. Sul nostro report lo utilizziamo per vendere a target il 50% della posizione, ovvero noi compriamo a 100 in stop e quindi piazziamo subito un ordine di vendita per il 50% della posizione a 120 "limite", che significa non appena i prezzi raggiungo 120 immetti l'ordine mercato.

 

Non capisco la modalità operativa del report sulle azioni ?

Gli ordini vengono piazzati stop. Non appena si ha l'eseguito si piazza un ordine di vendita ad una volta l'average true range dal punto di entrata (chi non può calcolarselo con un software di analisi tecnica glielo comunichiamo subito noi dopo l'eseguito) e un ordine stop per proteggersi dalla perdita (stop loss). Entrambi gli ordini vengono piazzati al momento dell'eseguito perché ovviamente noi non sappiamo fin da ora quale potranno essere i due prezzi di uscita.

 

Andiamo solo long con le azioni ?

Andare short con le azioni è tipicamente antieconomico per il piccolo investitore. Eccezionalmente può succedere che andiamo corti.

 

Ho sottoscritto or ora l'abbonamento ... come mi debbo comportare con le posizioni aperte ?

La logica del breakout vuole che le probabilità di guadagnare siano al massimo nel punto di rottura, comprare dopo un titolo che già si è apprezzato non ha senso, così come non ha senso comprare un titolo che è rimasto orizzontale dopo l'entrata o peggio che è vicino al punto di stop loss, perché la logica vuole che in questo momento le probabilità di guadagnare sono al minimo anzi sono massime le probabilità di uscire in stop loss.

 

Quanti titoli debbo comprare ?

Almeno 10 per mere ragioni di differenziazione e contenimento del rischio. 

 

Qual'è il capitale minimo per investire ?

Il capitale minimo dipende da caso a caso e dal profilo rischio / rendimento del lettore. Diciamo in generale che il capitale deve assicurare un rendimento in valore assoluto minimo tale da rendere accettabile il lavoro che inevitabilmente ruota intorno all'investire in Borsa. Un professionista con un reddito annuo di 100.000 euro netti non può certo investire 10.000 euro confidando in un ritorno medio di lungo periodo tale da remunerare il suo tempo e il suo sforzo perché il rendimento percentuale necessario sarebbe di almeno il 2000% all'anno.

 

Che differenza tra una segnalazione e un buy ufficiale ?

La segnalazione è l'indicazione di una opportunità di trading ma non verrà seguita in portafoglio per la illiquidità del titolo (potremmo manipolare il mercato) oppure perché il rischio è elevato e quindi la segnalazione viene lasciata a lettori esperti. Va da sé che a differenza del buy ufficiale dove il lettore viene portato per mano all'acquisto e alla gestione della posizione la segnalazione può non avere follow up e quindi il lettore deve essere cosciente che si troverà a gestire la posizione da solo e senza chiederci cosa fare (noi raccomandiamo un risk managment come quello di cui sopra)

 

Che cosa significano le colonne nel portafoglio ?

 

 

AZIONI ITALIANE: nome azione

DATA: data di acquisto

TARGET 50%: prezzo a cui si deve vendere il 50% della posizione (ad esempio di 1000 azioni 500) con ordine limite subito dopo averle acquistate. Il restate 50% della posizioen viene gestito con la colonna STOP LOSS DAILY CLOSE

STOP LOSS DAILY CLOSE: prezzo a cui piazzare un ordine di vendita in stop. Subito dopo l'acquisto sarà in perdita (stop loss), dopo aver venduto il 50% a limite viene piazzato a pareggio (breakeven) per il restante 50%, se il mercato continua a salire viene spostato sotto ogni minimo relativo superiore fino a quando non verrà eseguito se il mercato cambia direzione. Deve essere eseguito se il prezzo di mercato è sotto quello indicato dalle 17.15 in poi  e quindi o viene eseguito automaticamente in stop con ordine sul mercato oppure il lettore si deve premunire di verificare la chiusura o l'apertura del giorno dopo.

CLOSE AL ...: chiusura del venerdì precedente

% ENTRATA: viarazione percentuale dal prezzo di acquisto

 

E' possibile vedere lo storico dei rendimenti della newsletter ?

Siamo nati nel 1997 come l'unica newsletter in Italia che non solo raccomandava le operazioni ma che investiva 100 milioni di vecchie lire su quelle stesse raccomandazioni e mostrava le contabili al pubblico ... altro che storico dei rendimenti. Con l'approvazione della MIFID è fatto divieto al giornalista (Emilio Tomasini) di acquistare gli stessi titoli oggetto degli articoli e la legge commina severe pene per questo. Noi teniamo lo storico delle operazioni della newsletter dal 1997 ad oggi e siamo grandi fautori del track record (possibilmente con denaro reale) che teniamo maniacalmente su altri siti di proprietà quali www.emiliotomasini.com, www.algoritmica.pro, www.tradingrobot.it e www.algocertificate.com, www.consulenzafinanziaria.biz, www.rendimentoopzioni.it Tuttavia riteniamo che la nostra newsletter www.emiliotomasini.it , concepita come media finanziario rivolto al largo pubblico, non debba seguire questo esempio per una serie di ragioni che sono fondate in 20 anni di esperienza. La prima ragione è che quando ancora mostravamo il rendimento della newsletter e tale rendimento era a 3 cifre durante il grande rialzo del 1998-2000 molti lettori, inebriati dalla facilità dei profitti, commisero l'errore di investire troppo e troppo superficialmente e senza nessuno stop profit (o stop loss che dir si voglia) con conseguenze facilmente immaginabili. Questa newsletter ha centinaia di abbonati e non tutti hanno da subito la esperienza necessaria per affrontare i mercati e quindi è bene che nei periodi di vacche grasse non vengano ingenerate nel pubblico aspettative di facile guadagno. La newsletter infatti potrebbe trasformarsi in un'arma di distruzione di massa per molte famiglie, cosa che temiamo in maniera sincera. La seconda ragione è che non seguendo noi le nostre stesse raccomandazioni per il divieto di legge di cui sopra siamo molto dubbiosi di tutti i track record "virtuali" avendo fatto esperienza di track record sulle opzioni assolutamente inverosimili (l'autore è saltato 4 volte in 6 anni bruciando ogni volta il conto ma la equity line in excel era sempre a 45 gradi e noi stessi in uno di questi patatrac siamo stati vittime di questi track record completamente falsi). La terza ragione è che una newsletter dovrebbe essere valutata in tutti i suoi aspetti e in tutte le sue raccomandazioni e se facessimo un portafoglio che includesse le azioni italiane ed estere, le opzioni, le obbligazioni e i fondi di investimento saremmo assolutamente inaffondabili non per bravura ma per virtù del principio della differenziazione e della media (basterebbero tutte le sole azioni italiane ed estere comunque ...). Questo quando in realtà il lettore medio non ha spesso i capitali necessari per comprare tutto e comprare sempre. Siamo Capiamo benissimo che questo nostro comportamento sia assolutamente anti-commerciale ma ci piace ubbidire all'adagio lasciva est nobis pagina vita proba.

 

 

Sono un cliente della Banca XXX e ho chiesto di investire nei fondi di investimento che voi mi raccomandate ma mi hanno risposto che loro offrono solo i fondi della casa di gestione YYY

E' come andare al supermercato e trovarsi sugli scaffali una sola marca di birra, una sola marca di vino, una sola marca di formaggio. La libertà di scelta del consumatore equivale lato sensu al diritto di concorrenza dove deve essere sottolineato "diritto" perché per il consumatore questo si traduce in una maggiore efficienza ed in una riduzione dei prezzi di acquisto (nel caso dei fondi maggiore rendimento a parità di rischio). Il consiglio è semplicemente di cambiare banca, anche se noi non suggeriamo di proposito nessuno di esse per evitare il sospetto di conflitto di interessi.

 

Esiste della documentazione ulteriore scritta sui fondi ?

 

Scarica da qui un articolo di INVESTORS' numero 2 2015 >>

 

Le vostre categorie dei fondi non corrispondono con le mie ...

Corretto, la categorizzazione dei fondi è un gran guazzabuglio e fondi che sono total return per noi su altri database compaiono come obbligazionari misti. La nostra classificazione va al di là delle categorie perché l'ETI (Expected Trend Indicator) è comparabile tra fondi di una categoria e fondi di una altra categoria, e quindi il problema viene risolto a monte.

 

Vorrei comprare un fondo di investimento raccomandato in Rendimento Fondi a quale intermediario mi posso rivolgere ?

 

Il settore dei fondi di investimento è una vera e propria jungla perché normalmente la vendita al cliente viene fatta basandosi sulle qualità personali del venditore (amicizia, avvenenza, professionalità, etc.) piuttosto che su modelli di valutazione testati nel passato. Quindi il venditore ha interessa a proporre quei fondi di investimento sui quali ha una retrocessione più alta. L'asset allocation è solo una parola vuota. Come testata giornalistica ci rifiutiamo di consigliare un intermediario piuttosto che l'altro, se lo facessimo non saremmo più indipendenti e quindi nemmeno credibili. Siccome crediamo fisoloficamente nel "fai da te", che in termini più aulici è la "autonomia nelle scelte finanziarie", la quale a sua volta nasce dalla "consapevolezza" che fare da soli è meglio che essere male accompagnati, ci permettiamo di segnalare alcune piattaforme che spesso sono sconsciute al grande pubblico e che invece fanno la differenza con l'avvertenza che non esiste una piattaforma migliore che ha tutti i fondi autorizzati (che sono circa 15.000) e ciascuna ha una offerta che oscilla sui 5000 fondi. Quindi chi è serio relativamente all'investimento in fondi deve per forza avere almeno due se non tre piattaforme:

 

SKANDIA: ogni dettaglio nell'articolo pubblicato su INVESTORS' del giugno 2014 CLICCA QUI >>

 

FUNDSTORE: si tratta della piattaforma più conosciuta dagli intenditori dell'investimento in fondi comuni, i costi di sottoscrizione di un fondo sono minimi (manciate di euro), non è necessario aprire un conto perché i soldi vanno direttamente nella banca depositaria del fondo. Per visitare il sito CLICCA QUI >>

 

ONLINE SIM: a differenza di Fund Store è un vero e proprio intermediario per cui occorre aprire un conto e depositare i propri capitali. Per visitare il sito CLICCA QUI >>

 

Molti altri intermediari on line offrono la possibilità di comprare e vendere fondi a prezzi commissionali convenienti e tra i tanti ricordiamo Fineco, We Bank e IW BANK tra gli altri.

 

 

Per i fondi una volta scelti attraverso anche le vostre segnalazioni sono da tenere sempre, non c'e da fare una sorta di rotazione, seguendo l'asset allocation trimestrale come da report ?

 

Abbiamo in corso alcune ricerche che entro la fine del 2014 produrranno un qualche modello per la asset allocation trimestrale, che pubblicheremo diffidando i lettori comunque dal seguirla. La domanda è tecnica e abbisognerebbe di una risposta tecnica che non può essere racchiusa nelle FAQ. In nuce noi consigliamo al lettore medio di applicare una qualsiasi soluzione di asset allocation strategico che tenga conto della sua età, del suo reddito, della sua condizione famigliare e dei suoi obiettivi finanziari. Un 50% obbligazionario, 25% azionario e 25% monetario fa bene a chiunque fino a un 50% obbligazionario e monetario e 50% azionario per i più arditi. Pensiamo che la asset allocation sia un mestiere a parte di un giornale perché non è possibile confezionarla in maniera standard se non appunto con un portafoglio statico di tipo strategico. Pensiamo che ci siano molti professionisti che possano assistere i nostri lettori a costruire portafogli adatti alla loro persona e al loro profilo rischio e rendimento. Il portafoglio trimestrale di ETF che noi consigliamo, a parte il fatto che sarebbe impensabile replicarlo con i fondi da noi selezionati perché si tratta di ETF USA, deve essere considerato un semplice benchmark per quei lettori che sono professionisti della finanza (promotori, private banker, etc.) e non un modello da replicare fedelmente (perché in ogni caso sarebbe improbo se non impossibile mettere in relazione i fondi di Rendimento Fondi con l'ETF relativo, gli uni italiani o stanieri autorizzati in Italia e l'altro tipicamente USA).

 

 

Nella lista di fondi classificati in base all'ETI, il LEGG MASON IE00B241FC99 è presente in 2 categorie, Azionari geografici e Azionari geografici USA, con identici rendimenti a 1 e 3 anni, ma con ETI diversi, rispettivamente 41,98 e 28,97. Come mai ?

 

La logica di ETI è semplice: è un indicatore che considera solo i migliori fondi di una categoria e non tutti i fondi perché non ha senso considerare i fondi sottoperformanti. Di 4000 fondi ETI vuole fare una selezione che sia "utilizzabile" da un investitore medio con 10 fondi al massimo in portafoglio e non una lista di 100 migliori fondi. Per questo i panieri che ETI considera sono solo una selezione dei migliori fondi di ciascuna categoria. Nella fattispecie la categoria AZIONARI GEOGRAFICI è una categoria MACRO ovvero contiene anche sotto-categorie AZIONARIO SPECIALIZZATE quindi è normale che il fondo de quo compaia in una e nell'altra.

 

 

 

Non riesco a trovare un broker che mi permetta l'operatività sullo SPY ...

 

Effettivamente l'operatività in Italia sullo SPY è limitata perché si tratta di un prodotto professionale. Per operare sullo SPY occorre necessariamente rivolgersi ad un broker straniero: INTERACTIVE BROKERS (che però ha l'inconveniente della denuncia nel quadro RW) oppure BINCK.

 

Preferirei utilizzare il conto in iwbank che ho già senza aprirne uno nuovo, però non tratta le opzioni sullo spy, ma tratta quelle sull'e-mini500 quotate al cme. Va bene lo stesso?  Capitale necessario?

 

L’operatività si presta ad essere utilizzata anche per le opzioni sul e-mini SP500. Occorre tenere presente che hanno un moltiplicatore differente, 50 contro 100 dello SPY. Inoltre il valore del sottostante è differente, l’emini ha un valore 10 volte  allo SPY. Pertanto la medesima strategia applicata all’emini ha un rischio decisamente superirore, pari a 5 volte il rischio della strategia sullo SPY e ovviamente richiede un margine superiore. Francamente per provare la strategia le consiglierei di partire con lo SPY per poi eventualmente passare all’e-mini. Il capitale necessario, calcolato prudenzialmente è di 25.000 euro (per lo SPY). 
 

AMMINISTRAZIONE & FATTURE

 

Non mi è ancora arrivata la fattura ...

Il nostro servizio amministrativo si impegna a mandare la fattura, tranne nell'intercorrenza di periodi di festività (Natale - Capodanno, Pasqua, Ferragosto) alla fine del mese in cui si è ricevuto il pagamento.

 

PASSWORD & ACCESSO

 

Mi sono iscritto ma non ho ricevuto la password ...

La password è quella che viene inserita dall'utente al momento della compilazione del modulo di iscrizione e quindi occorre segnarsela da qualche parte. Se il lettore l'ha dimenticata occorre mandare una email per l'inserimento di una NUOVA password.

VUOI SEGUIRE IN TEMPO REALE SULLA TUA EMAIL I SEGNALI INTRADAY SUL FTSE MIB? LASCIACI LA TUA EMAIL

 Accetto di ricevere la newsletter e di leggere le notizie free

 Accetto di ricevere comunicazioni commerciali da INDEPENDENT MEDIA SRL e di aziende terze

Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto clicca qui >>

Top