Articoli

I prezzi negativi del petrolio hanno mandato in tilt anche i broker

I prezzi negativi del petrolio hanno mandato in tilt anche i broker

Pubblicato Gio 14 Maggio 2020 - 16:26 da Matteo Bertoni Tag: Borsa

Questa è la storia di Yed Shah , un daytrader di 30 anni che vive a  Toronto, Shah è uno dei tanti trader che  non ha resistito a negoziare il petrolio il 20 aprile, il giorno in cui i prezzi sono scesi sotto lo zero per la prima volta in assoluto.

 

Aveva a disposizione 2.400 dollari per l'acquisto del greggio, il primo acquisto a 3,30 dollari al barile, e poi di più fino a  50 centesimi. 

 

Alla fine, quando il crollo storico dei prezzi del petrolio ha preso piede, è stato in grado di acquistare 212 contratti futures a un centesimo ciascuno.

 

Tuttavia, il greggio era già scambiato a $ 3,70 al barile negativo, non a un centesimo, ma il segno meno non è stato riconosciuto a causa di un difetto nel software del gruppo Interactive Brokers. 

 

Alla fine della giornata, Shah ha ricevuto il messaggio: i suoi  77.000 dollari si erano trasformati in un debito di  9 milioni di dollari.

 

"Ero scioccato", ha detto il 30enne in un'intervista telefonica. "Mi sembrava che tutto mi sarebbe stato tolto, tutti i miei beni". Shah ha spiegato a Bloomberg News che non ha dormito per tre notti consecutive dopo.

 

Thomas Peterffy, presidente e fondatore di Interactive Brokers, afferma che il viaggio in territorio negativo ha rivelato un bug nel software dell'azienda. "È un errore di  113 milioni di dollari da parte nostra", ha detto il miliardario 75enne in un'intervista mercoledì.

 

"Effettueremo pagamenti  dai nostri fondi ai nostri clienti che sono stati bloccati in una posizione long durante il periodo in cui il prezzo era negativo per eventuali perdite subite al di sotto dello zero".



Scorri indietro
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top