Articoli

L'omino nero e un buy

L'omino nero e un buy

Pubblicato Gio 22 Agosto 2019 - 14:40 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

In Borsa succede l’impensabile. In questi ultimi sprazzi dell’estate mentre me ne sto alle sei di sera passeggiando sulla spiaggia, l’omino nero, di solito molto bene aggiornato su quello che succede nel Paese ed all’estero, mi telefona e apre il sacco:

 

“Vedi Emilio so che è incredibile ma all’estero piace che sia caduto il Governo e questo per una serie di ragioni che possono sembrare assurde. Ma non lo sono perché la Borsa e soprattutto gli investitori esteri hanno la loro logica ferrea. Se hai un nuovo Governo per prima cosa puoi sperare che almeno 12 mesi possa stare in carica, almeno in Italia. E questo è già un buon punto di partenza. Eppoi gli investitori esteri non vogliono Governi rompicoglioni che picchiano i pugni sul tavolo. Gli investitori vogliono guadagnare i loro soldi con calma e in pace … senza seccature. Quindi un bel governo rosso-giallo che fa la manovra economica di fine anno magari mettendo la loro bella patrimoniale dell’1% sui conti correnti e tagliando a destra e a manca con una IVA al 28% è tranquillizzante, l’Europa è contenta, la situazione di lungo periodo non cambierà molto perché prima o poi ci schianteremo ma è tutto soft e si può continuare a coltivare il proprio giardinetto di titoli senza scossoni e senza traumi traumi. Un po’ come quei matrimoni (chiosa l’omino nero grande esperto di separazioni …) che arrivati a 50 anni tirano innanzi più per quieto vivere che per amore vero …”.

 

Ho chiesto all’omino nero se era preoccupato della patrimoniale dell1% sui conti correnti. Lui è stato molto diretto come sempre:

 

“Guarda Emilio questo è un falso problema. Se mi prendono l’1% sul conto corrente e gli investitori esteri sono contenti che hanno mazziato quelli che tengono i soldi improduttivamente sul conto corrente e si sviluppa un duplice effetto: il primo è che gli italiani capiscono che bisogna tornare ad investire e il secondo è che gli investitori esteri godendo di questo e anticipando gli effetti positivi incrementano l’asset allocation sul nostro Paese beh allora scusami che mi frega a me se mi prendono l’1% sul conto corrente e poi il mercato si apprezza del 100% ?”.

 

Non so se l’omino nero abbia ragione anche questa volta, io leggo i grafici e questo momento è quello buono per chiamare il bottom up. Si riprende a salire e si tornerà esattamente dovere eravamo all’inizio dell’estate. Il Money Flow punta verso nord dopo aver segnato l’ipervenduto in prossimità proprio del punto di inversione e finalmente il Mc Clellan rialzi ribassi ha ripreso ad andare in orizzontale prima e poi al rialzo.

 

 

 

Siamo entrati su Gamenet (che ha rotto finalmente i massimi storici) e su Eurotech (nostra azione prediletta).

 

Ora dobbiamo comprare altre 3 azioni, quando non lo so ma state pronti: con una andiamo ora.

 

FALCK RENEWABLES: il bottom up è chiaro e il pattern è quello di Eurotech. Si potrebbe andare alla garibaldina ma dopo il +2% di ieri del mercato mi piacerebbe vedere una barra almeno di ritracciamento

ACEA: ne parliamo da una vita buy 17.80 stop

DIASORIN: volumi calanti e massimo storico … non un gran bel segnale

 

Andiamo di segnalazioni:

BASTOGI: mostra i muscoli, due su tre partenze sono finte e ci rimetti soldi, ma quando parte fa il +50%. Sarà la volta buona ?



VUOI SEGUIRE IN TEMPO REALE SULLA TUA EMAIL I SEGNALI INTRADAY SUL FTSE MIB? LASCIACI LA TUA EMAIL

 Accetto di ricevere la newsletter e di leggere le notizie free

 Accetto di ricevere comunicazioni commerciali da INDEPENDENT MEDIA SRL e di aziende terze

Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto clicca qui >>

Scorri indietro
  • Algoritmica.Pro
  • quantoptions
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top