Articoli

[TARGET+CONTABILE] Si cambia settore ma si continua a guadagnare! +43,84% sulle biotecnologiche: scopri l’azienda!

[TARGET+CONTABILE] Si cambia settore ma si continua a guadagnare! +43,84% sulle biotecnologiche: scopri l’azienda!

Pubblicato Mer 01 Settembre 2021 - 13:30 da Arianna Mantovani Tag: Borsa

 

 

Ebbene sì, abbiamo in questi mesi avuto grandi soddisfazioni da molte aziende operanti nel settore dei semiconduttori ma uno switch interessante ci è pervenuto, a fine agosto, dal settore delle biotecnologie.

Stiamo parlando di Cara Therapeutics, azienda di Stamford, Connecticut,  operante appunto nel settore farmaceutico e biotecnologico che sviluppa dal 2004 prodotti per combattere i dolori acuti e cronici, utilizzando principalmente recettori oppioidi kappa,  proteine che si trovano naturalmente nel sistema organico dell’essere umano e che, se trattate in un determinato modo, possono avere grandi potenziali terapeutici.

Purtroppo non siamo stati bravi come i nostri lettori nella gestione del trade e l’uscita rispetto a chi aveva l’ordine limite pronto in canna (GTC) è stato peggiorativo di brutto. Ma sono cose che capitano.

Ecco la contabile:
 
 
Cara Therapeutics, codice ISIN: US1407551092, è un titolo è quotato sul Nasdaq con il simbolo CARA.

Ecco il grafico:
 
 
Abbiamo guadagnato sul prezzo di entrata di 12.02$ al 3/08/2021 un +43.84%, uscendo e vendendo la posizione a 17.29$ il 24/08/2021.

Investire su Cara Therapeutics può risultare molto interessante visto e considerato l’impegno che l’azienda mette in campo da ormai più di 10 anni nello sviluppare farmaci che non abbiano gli stessi effetti collaterali di quelli che già sono in commercio, quali morfina ed ibuprofene ad esempio.
 
Parlavamo prima dei recettori oppioidi kappa sui quali la società farmaceutica sta investendo molto e proprio grazie a questa sperimentazione Cara Therapeutics è stata inserita anche nei titoli legati alla marijuana. Tale sperimentazione permetterà ai pazienti di trarre beneficio in presenza di dolori gravi e acuti, proprio grazie alle proprietà antidolorifiche dei farmaci oppioidi e cannabinoidi.

Uno dei più recenti risultati messi a punto da Cara Therapeutics è  un farmaco a base di cannabinoidi chiamato CR701, il quale promette gli stessi risultati palliativi di un farmaco tradizionale ma senza gli stessi effetti collaterali.

Il prodotto è ancora in fase di sperimentazione pre clinica ma le aspettative a riguardo sono molto alte e collocherebbero Cara sul tappeto rosso del settore dei farmaci a base di marijuana.

Veniamo ora ai dati fondamentali dell’azienda:
 
 

Al netto di tasse, svalutazioni e ammortamenti vediamo che l’azienda ha margini abbastanza buoni al 6.78% con un margine operativo un po’ più basso del 5.54%.

Il Return On Equity del 4.39% ci indica che i  soldi dei soci vengono investiti in modo discreto.


Stesso dato positivo lo troviamo su un Return On Assets del 3.95%, che indica che Cara Therapeutics ha un reddito operativo fratto il valore delle attività abbastanza buono.
 
 
La situazione finanziaria è incoraggiante: l’indicatore Cash to Debt è del 34.52 e significa che l’azienda è in grado di ripagarsi il debito 34.52 volte se desidera con il contante che ha in cassa.

Il Debt to EBITDA dello 0.64 significa che l’azienda ha buone probabilità nel  poter ripagare i debiti con i propri debitori attingendo della sola gestione operativa al netto di interesse, ammortamenti etc.. ovvero con il proprio EBITDA. Più l’indicatore è basso più le probabilità che questo avvenga sono alte, più l’indicatore è alto più siamo davanti ad una compagnia indebitata.

L’indicatore Piotroski a 7 indica che le azioni dell’azienda sono assolutamente sicure per gli investitori che decidono di comprarle. L’indicatore Piotroski combina voci dello stato patrimoniale e del conto economico.

Infine il Waac vs Roic indica il rendimento medio dei soldi investiti rispetto al costo che l’azienda sostiene per ottenere quei soldi in prestito dal mercato sotto forma di obbligazioni e dagli azionisti : il tasso di rendimento è del 13.27%  mentre quello di approvvigionamento dei soldi al 6.83%.

Il valore generato dall’azienda  è messo in evidenza dal ROIC e ci indica ritmi di crescita molto buoni.
 


Top