Il Sequential di Thomas Demark



THOMAS DEMARK: CHI E' L'AUTORE PIU' IMPORTANTE DELL'ANALISI TECNICA MODERNA

 

Thomas Demark è uno dei più grandi analisti mondiali di Borsa, nonché autore di tecniche di trading coniate negli anni Ottanta del secolo scorso e utilizzate tutt’oggi da migliaia di trader in tutto il mondo.

 

In seguito ad un precedente articolo, a grande richiesta dei nostri lettori, spieghiamo cos’è e come funziona il famoso Sequential di Thomas Demark.

 

Una larga parte del lavoro di ricerca di Thomas Demark è stato dedicato alla definizione di tecniche che gli permettessero di identificare in tempo reale il formarsi di importanti minimi o massimi di periodo. Il suo studio si è focalizzato sull’azione dei prezzi che si manifesta tipicamente prima e in concomitanza dei punti di inversione del mercato. Il risultato a cui è giunto Thomas Demark è che “prima di un top o un bottom il mercato annuncia le proprie intenzioni riguardo alla direzione del prezzo in modo forte e chiaro a qualunque trader disposto ad ascoltare”.

 

Il nome “sequential” è stato ideato da Thomas Demark in considerazione del fatto che la tecnica che porta a identificare i corretti punti di acquisto o vendita è un insieme di diverse condizioni che devono verificarsi in sequenza, determinando in modo meccanico l’operatività da adottare di volta in volta. Ecco come funziona il segnale di acquisto di Thomas Demark (per quello di vendita è necessario invertire tutti i ragionamenti, le relazioni matematiche e i minimi con i massimi).

 

Il metodo Sequential di Thomas Demark: il Set Up

 

Il primo passo nel metodo del Sequential di Thomas Demark consiste nell’identificazione del cosiddetto “setup”, una serie di condizioni che forniscono al trader il segnale che lo strumento sotto indagine si sta verosimilmente preparando ad un nuovo trend rialzista.  Il setup di acquisto si manifesta una volta che si registra una serie di almeno nove giornate il cui prezzo di chiusura è minore del prezzo di chiusura di quattro giorni lavorativi prima (ad esempio, la chiusura del venerdì sera è minore di quella del lunedì della stessa settimana). Capita spesso di osservare dei top o bottom di breve termine in corrispondenza della fine del setup; si tratta però, appunto, di minimi o massimi di breve termine. 

 

Ci sono tuttavia altre due condizioni che devono essere verificate per confermare il setup di acquisto di Thomas Demark:

 

1) il giorno che precede il primo giorno dei nove del conteggio di Thomas Demark deve avere una chiusura maggiore o al limite uguale a quella di quattro giorni prima; 

 

2) nel giorno 8 o nel giorno 9 del conteggio di Thomas Demark il massimo di giornata deve essere maggiore o uguale al minimo di tre, oppure quattro, cinque, sei o sette giorni prima, determinando così quella che Thomas Demark definisce “intersezione”. Vediamo un esempio pratico per capire meglio i concetti. Il grafico in figura 1 mostra il titolo A2A in tempi relativamente recenti.

 

 

La sequenza delle nove chiusure giornaliere minori della chiusura di quattro giorni prima è indicata con i numeri da 1 a 9, appunto, e copre il periodo dal 5 al 17 giugno 2015. Il giorno precedente quello indicato con il numero 1, il 4 giugno, il prezzo di chiusura è stato pari a quello di quattro giorni prima, il 29 maggio, fornendo così la prima conferma alla validità della sequenza di setup nel conteggio di Thomas Demark

 

Il massimo del giorno marcato con il numero 9, inoltre, è superiore al minimo del giorno marcato con il numero 6 (anche del 5, del 4 e del 3, ma è sufficiente che la condizione valga per uno solo di tali giorni), dando così anche la seconda conferma al setup di acquisto.

 

 

Il Countdown di Thomas Demark

 

Una volta identificato il setup inizia il conto alla rovescia di Thomas Demark. Per arrivare alla condizione di acquisto è necessario osservare tredici prezzi di chiusura giornalieri inferiori al prezzo minimo di due giorni prima; i tredici giorni non devono essere necessariamente consecutivi questa volta (è molto raro che ciò si verifichi); al contrario, di norma occorrono tra i 15 e i 30 giorni per osservare questa serie di condizioni.

 

Tornando all’esempio di A2A, sono necessari due mesi per completare il conto alla rovescia, come indicato con i numeri in rosso nella figura seguente:

 

 

Si noti come il giorno 13 del conto alla rovescia sia prossimo ad un importantissimo minimo di periodo: il minimo che si è creato sulla scia dei timori mondiali per la situazione cinese di fine estate 2015.

 

Una volta terminato il conto alla rovescia si procede con l’acquisto, che può essere effettuato in tre diversi modi. Il più cautelativo dei tre prevede l’attesa di una chiusura maggiore della chiusura di quattro giorni prima (per una trattazione dettagliata si rimanda al testo di Thomas Demark, La nuova scienza dell’analisi tecnica, Trading Library). Osservando lo sviluppo del grafico del titolo A2A nei giorni successivi al numero 13 di cui alla figura precedente, si nota che l’entrata long si sarebbe effettuata il giorno 27 agosto 2015, al prezzo di chiusura di 1,128€.

 

Nei successivi quattro mesi il titolo A2A è salito fino a 1,367 euro, senza mai violare il minimo del giorno successivo al numero 13.

 

Thomas Demark: nell'empireo dell'analisi tecnica

 

La tecnica di Thomas Demark richiede molta pazienza, certo, ma per chi la utilizza da tempo è ben chiara la magia del conteggio delle 13 barre del conto alla rovescia. 

 

Thomas Demark è uno dei pionieri dell'analisi tecnica "moderna", ovvero quella oggettiva contraddistinta da regole precise di implementazione, e contrapposta a quella "classica" compeltamente soggettiva ed esposta agli umori del momento.

 

Ho avuto l'onore e il piacere di fare trading in tempo e denaro reale con Thomas Demark nel gennaio del 1998 a Milano in un evento organizzato dalla mia società in collaborazione con Dow Jones Telerate e Wall Street Journal. Una occasione imperdibile per conoscere da vicino Thomas Demark e per apprendere da lui la lettura "non convenzionale" del Sequential, cosa che comunque racconterò in una prossima puntata. 

 

 

 

 

 

Top