Articoli

Un nostro lettore da 20 anni ci scrive ...

Un nostro lettore da 20 anni ci scrive ...

Pubblicato Lun 10 Maggio 2021 - 17:48 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Un nostro lettore da 20 anni ci scrive e volentieri lo pubblichiamo: la Sua esperienza di operatore del settore turistico è sicuramente interessante e umanamente toccante.

 

Buongiorno Emilio

 

Ti leggo sempre con estrema attenzione, e ben conosco la portata delle tue riflessioni; questa volta tuttavia permettimi di dissentire dal tuo esimio “direttore di banca”.

“ I finanziamenti dei 30mila euro sono andati a chi non ne aveva bisogno”

Io li ho presi …e non me ne vergogno….

Posta la incidenza del settore turismo al quale appartengo, con orgoglio di famiglia, sul PIL italiano e specificatamente la differenza fra chi fa incoming o outgoing posso assicurarti che in quel preciso momento (quasi al picco della pandemia e anche della disperazione/esasperazione) l’uscita di quel provvedimento è sembrata a me e a molti colleghi la classica ciambella di salvataggio/male minore (nel senso che comunque ti indebitavi).

Oggi a mente lucida tornando indietro forse sceglierei di stringere i denti anche nell’incertezza della situazione in cui il buon Speranza ha portato l’intero settore con le sue scelte spesso ideologiche .

Un debito è comunque un debito che grava sulle tue capacità imprenditoriali e sulla probabile ripresa futura.

Sicuramente gli istituti bancari ne hanno avuto il loro beneficio a rischio zero, ma questa è un’altra storia…….non credi?

Posso assicurarti, per la freddezza della mia mentalità imprenditoriale che così come li ho presi sto pensando quando il fattore rischio me lo consentirà di restituirli anticipatamente; non per la questione interesse veramente risibile ma per poter fare una effettiva conta dei danni da pandemia e procedere oltre con opportuni passi senza “numeri drogati”.

 

Mi sembrava opportuna la precisazione

 

Ti seguo sempre con immutata stima e amicizia

 



Top