Articoli

Uncino di Ross

Uncino di Ross

Pubblicato Ven 01 Aprile 2016 - 11:40 da La redazione Tag: Borsa

L’uncino di Ross è una delle tecniche di trading che più i lettori di questo sito sentono nominare. Si tratta di una tecnica di tipo trend following, che permette di assumere posizioni a favore di un trend principale, individuandone la possibile ripresa dopo una breve correzione. A fronte di continue e ripetute domande abbiamo voluto con questo articolo riassumere il concetto della operatività "à la Ross".

 

Cosa è l'Uncino di Ross ?

 

L’uncino si compone di due parti: la prima è il setup operativo, che viene chiamato 1-2-3; la seconda è il segnale di entrata. Non è necessario che il trend principale sia un primario decennale, o comunque un trend di notevole importanza; al contrario, l’uncino di Ross permette di individuare punti di entrata a basso rischio su trend di portata anche relativamente ridotta. Non è infrequente, infatti, che trend direzionali di una certa importanza si sviluppino in seguito ad un uncino di Ross che si manifesta proprio nelle fasi iniziali del nuovo trend. L’uncino, infatti, tende spesso a fare da preludio ad accelerazioni del trend nella direzione di maggiore importanza del trend stesso. La tecnica, del resto, funziona su qualsiasi timeframe di lavoro, anche su quelli intraday.

 

Il setup dell'Uncino di Ross

 

Il setup operativo, come dicevamo poco fa, è il primo componente della strategia. Si parla di 1-2-3 high quando il mercato si prepara ad una possibile accelerazione ribassista; viceversa, si parla di 1-2-3 low quando il mercato si appresta a mettere a segno una accelerazione rialzista.

L’elemento di base dell’uncino di Ross è dato da massimi e minimi swing, che devono disporsi in sequenze ben definite. L’1-2-3 high si compone di due massimi, i punti 1  e 3, che devono essere decrescenti, e un minimo intermedio, il punto 2. Parimenti, l’1-2-3 low si compone di due minimi, sempre i punti 1 e 3, che devono essere crescenti, e un massimo intermedio, di nuovo il punto 2.

Una volta che si è innescato il setup operativo, il vero e proprio uncino di Ross consiste nella rottura ribassista del minimo 2 dell’1-2-3 high o nella rottura rialzista del massimo 2 dell’1-2-3 low.

 

Esempi di Uncino di Ross

 

Vediamo alcuni esempi per rendere più chiaro il meccanismo del setup e dell’uncino di Ross.

 

La figura 1 mostra il grafico daily di Finecobank, che al momento ha tracciato un 1-2-3 low, preludio ad un possibile movimento di accelerazione rialzista del trend. Dopo il minimo di inzio febbraio, accompagnato da volumi impressionanti, il titolo ha infatti sviluppato una reazione rialzista di breve, che si è poi messa in fase di pausa nelle ultime tre settimane, durante le quali si è sviluppato, appunto, il possibile setup dell’uncino di Ross. Il vero e proprio uncino di Ross si avrà al superamento del massimo 2 in figura. Si notino i volumi messi a segno nella seduta di venerdì scorso.

 

 

Figura 1 – Finecobank barre daily, con 1-2-3 low e possibile uncino di Ross in arrivo

 

La figura 2 mostra un 1-2-3 high e un conseguente uncino ribassista completo sul titolo Autogrill: formazione della struttura del setup in seguito ad un primo movimento direzionale marcato, ribassista in questo caso. Rottura del minimo 2 del setup, conferma dell’uncino di Ross, e nuova accelerazione ribassista del titolo, che in cinque sedute perde quasi il 20%.

 

Figura 2 – Autogrill barre daily, con 1-2-3 high e uncino di Ross entrato

 

In figura 3 si nota chiaramente un uncino di Ross rialzista completato sul titolo Reply: movimento rialzista di breve a cavallo della metà del mese di febbraio, pausa del trend, formazione dell’1-2-3 low, rottura del massimo 2 quindi uncino di Ross, cui segue un forte movimento rialzista.

 

Figura 3 – Reply barre daily, con 1-2-3 low e uncino di Ross conclamato

 

Per completezza di esposizione giova segnalare che la tecnica dell’uncino di Ross prevede tre possibili metodi di apertura delle posizioni:

1)      Alla rottura del punto 2 (metodo più semplice, visto anche nelle figure di cui sopra);

2)      Al breakout del successivo uncino di Ross: dopo la rottura del punto 2 può formarsi un nuovo punto massimo o minimo swing; si può attendere la formazione di tale punto e utilizzare il breakout di esso per entrare. Si tratta di un metodo più cautelativo del precedente, ma che espone al rischio di perdere un buon movimento di prezzo per eccesso di prudenza;

 

3)      In via ulteriormente cautelativa si può attendere il formarsi di una serie di massimi decrescenti susseguenti un uncino rialzista o di una serie di minimi crescenti susseguenti un uncino ribassista; se, dopo la formazione dell’uncino di Ross, il mercato tentenna, si può attendere una nuova conferma di forza (o di debolezza, a seconda della direzione dell’uncino) prima di entrare. La fase di stallo non deve durare più di cinque barre, però. Si entra long alla rottura dell’ultimo massimo decrescente, o short alla rottura dell’ultimo minimo crescente.

VUOI SEGUIRE IN TEMPO REALE SULLA TUA EMAIL I SEGNALI INTRADAY SUL FTSE MIB? LASCIACI LA TUA EMAIL

 Accetto di ricevere la newsletter e di leggere le notizie free

 Accetto di ricevere comunicazioni commerciali da INDEPENDENT MEDIA SRL e di aziende terze

Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto clicca qui >>

Scorri indietro
  • Algoritmica.Pro
  • quantoptions
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top