Articoli

Alla ricerca del picco: borse o variante Delta?

Alla ricerca del picco: borse o variante Delta?

Pubblicato Gio 05 Agosto 2021 - 08:21 da Stefano Bonini Tag: Borsa

Mentre governi e partiti politici stentano a prendere decisioni in nome del consenso e dei talk show, sui social, nelle strade, nelle spiagge, etc. non si sente parlare d’altro che di yes-vax contro no-vax e boh-vax, le società private iniziano a prendere l’iniziativa.

 

Molte aziende dello S&P500, come Microsoft, stanno iniziando a richiedere vaccinazione ai dipendenti mentre altre definiscono politiche molto ampie di smart working, caso emblematico è la grande banca d’investimento JPMorgan che sta rivalutando le sue politiche di back-to-the-office.

 

Bloomberg riporta che Google che ha approvato l'85% delle richieste di “lavoro da casa” o di trasferimento in altre sedi, per quando riapriranno gli uffici.

 

Tutte queste prese d’iniziativa non sono altro che azioni di resilienza (mi chiedo come abbiamo fatto per decenni a comunicare senza utilizzare questa parola) per ridurre il quadro di incertezza che potrebbe presentarsi a settembre.

 

La boutique di ricerca finanziaria Fundstrat Global Advisors sostiene che le mosse delle azienda faranno aumentare i tassi di vaccinazione e così nel loro scenario previsivo l'aumento della variante Delta raggiungerà il picco questo mese, e questo dovrebbe incoraggiare gli investitori.

 

Secondo gli analisti di Bank of America la prospettiva della diffusione della variante Delta rimane uno dei principali driver delle strategie di vendita, ed ecco che gli investitori sono alla ricerca del picco per capire se ci sarà stallo o riapertura.

 

Sullo stesso tema torna anche Kinsale Capital che sostiene che se "la variante Delta non raggiungerà il picco nelle prossime settimane allora le possibilità di lockdown e blocchi aumenteranno e ciò avrà un impatto importante sulle strategie di vendita degli investitori".

 

Dall’altro lato invece gli analisti di Well Fargo non vedono la variante Delta come un "punto di svolta" per l'economia e continua a favorire i ciclici, in particolare gli industriali e i materiali.

 

Oggi ogni analista, economista o giornalista pone alla base dei suoi ragionamenti la variante Delta arrivando molto spesso a risultati differenti.   

 

Nel mio piccolo osservo che, fatta salva qualche eccezione, le grandi aziende, finanziarie e non, stanno abbracciando il new normal e parlano sempre meno di Covid e variante Delta: vedremo nei prossimi mesi quali saranno le più dinamiche verso la transizione, bolle speculative permettendo.



Top