Articoli

La peggior settimana in 124 anni.

La peggior settimana in 124 anni.

Pubblicato Ven 13 Marzo 2020 - 09:03 da Matteo Bertoni Tag: Borsa

Ieri abbiamo visto il Mib arrivare ad un clamoroso -17%. È stato il peggior ribasso in una sola seduta dalla nascita dell'indice nel 1998 e supera il precedente record negativo (Brexit 2016),oltre che all’epidemia il crollo è dovuto soprattutto alle parole della Lagarde, che ha fatto fare anche un bel balzo allo spread, giusto per non farci mancare niente.

 

A Milano, solo nel paniere Ftse Mib dei gruppi maggiori, sono andati persi 68 miliardi di capitalizzazione. 

 

Ma il mercato italiano non è stato il solo a crollare, in serata il DJIA ha fatto registrare un -10% e di questo passo potrebbe anch’esso arrivare a toccare nuovi record storici al ribasso.

 

Come ho scritto nell’articolo di ieri ( QUI>>) per capire le borse europee dobbiamo guardare cosa fanno i mercati statunitensi, e cosa succede se Wall street crolla?

 

Significa peggiore settimana degli ultimi 124 anni.

 

Il Dow è sceso del 18,03% questa settimana e potrebbe arrivare al peggior crollo storico dell'indice (che compie 124 anni il 26 maggio) se supera il calo del 18,15% nella settimana terminata il 10 ottobre 2008, al culmine della crisi finanziaria che ha inaugurato la recessione del 2007-2009 (vedi tabella allegata):

 

Il colpevole dietro il declino record per il Dow è l'ormai tristemente noto focolaio virale che è stato identificato per la prima volta a Wuhan, in Cina, a fine dicembre e ha già infettato 128.000 persone e  causato 4.720 vittime, secondo i dati compilati dalla Johns Hopkins University .

 

Italia ad oggi sono registrati 2.249 nuovi positivi al Covid-19 e sono state superate le mille vittime. 

 

Il principale motivo tra i vari fattori del crollo, tuttavia, è stata l'incertezza dovuta al nuovo virus per il quale commercianti, strateghi ed economisti stanno trovando difficile modellare.

 

Il calo azionario di giovedì è stato anche caratterizzato da uno stato d'animo prevalentemente di vendita a Wall Street, poiché gli investitori sembravano voler evitare non solo le azioni ma anche le obbligazioni e l'oro, di solito considerati paradisi sicuri durante i periodi di stress del mercato azionario. ( tanto che sia il decennale italiano che quello statunitense sono risaliti)

 

Il tumulto è arrivato anche dopo che la Federal Reserve ha tentato di affrontare le interruzioni del mercato obbligazionario statunitense e in altre parti del mercato iniettando centinaia di miliardi di dollari nel sistema finanziario. La Banca centrale europea è stata vista deludere gli operatori del mercato non facendo abbastanza per limitare l'impatto economico dell'epidemia virale esplosa in Italia, costringendo il paese a uno stato di blocco totale .

 

Alla fine, non è chiaro come tutto si scateni.

 

Ma una cosa è chiara, questa crisi passerà alla storia come uno dei periodi più brutti per le azioni della storia, se la recente tendenza al ribasso non si interromperà presto.

 

C'erano pochi economisti o strateghi che avrebbero predetto questo risultato 19 giorni fa, ma molti ora prevedono che la recessione sia una certezza. Quindi, ora gli investitori stanno osservando la fine del mercato toro più lungo della storia , e l'inizio del mercato nella fase " orso". 

 

 

 

 

 

Fonte: Marketwatch



Scorri indietro
  • Rendimento Fondi
  • Riuscireinborsa.it
  • Lombardreport.com
Scorri avanti
Top