Articoli

Le migliori azioni di Piazza Affari #4: Cembre ed Esautomotion

Le migliori azioni di Piazza Affari #4: Cembre ed Esautomotion

Pubblicato Mar 03 Maggio 2022 - 10:54 da Ilaria Ferrari Tag: Borsa

Con l’arrivo del periodo delle trimestrali pubblichiamo l’elenco aggiornato dei migliori titoli di Piazza Affari.

 

Ricordiamo che i filtri impostati per selezionare le migliori azioni quotate sulla Borsa Italiana si basano fondamentalmente su tre macro-criteri:

  • reddito netto positivo e in crescita negli ultimi 3 anni;
  • ottima redditività del capitale azionario (ROE) e del capitale investito (ROIC) negli ultimi 10 anni;
  • indebitamento moderato e sostenibile.

 

Per maggiori dettagli sui requisiti alla base della selezione si rimanda all’articolo che ha dato il via a questa “rubrica” (https://www.emiliotomasini.it/il-portafoglio-breakout-scommette-sulle-migliori-azioni-di-piazza-affari/).

 

Fonte: GuruFocus.com

 

Andiamo ad approfondire brevemente le due new entry: Cembre ed Esautomotion.

 

CEMBRE

Fondato a Brescia nel 1969, il Gruppo Cembre sviluppa, produce e commercializza connettori a compressione e relativi utensili di installazione e per la tranciatura di cavi. In questo mercato Cembre è leader in Italia e ha guadagnato quote di mercato significative in Europa.

Più di recente, la società ha esteso la sua attività anche nel mercato dei pressacavi, della siglatura industriale e dei prodotti per la connessione elettrica in ambito ferroviario e per la manutenzione dei binari.

I clienti finali di Cembre sono principalmente aziende industriali, operanti nel settore ferroviario e della distribuzione di energia elettrica. I prodotti destinati al settore ferroviario, in particolare, sono stati adottati dalle principali società del settore in tutto il mondo.

Cembre ha saputo conquistare questi primati grazie a uno sviluppo del proprio business focalizzato su:

• una rete distributiva capillare ed estesa sia in Italia sia all’estero;

• una ricerca continua di prodotti innovativi e di elevato standard qualitativo;

• una vasta gamma di prodotti caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo;

• un ridotto time-to-market e una gestione automatizzata del magazzino (operativo dal 2013, l’impianto è 3 volte più efficiente ed ha una capacità di stoccaggio superiore del 50% rispetto al vecchio magazzino che è stato convertito in magazzino di stoccaggio delle materie prime).

Queste sono le ultime dichiarazioni del Presidente Giovanni Rosani: “Le vendite del Gruppo nei primi tre mesi dell’esercizio 2022 sono in crescita del 27.1% sul corrispondente periodo del 2021, tuttavia si segnala che il fatturato del mese di maggio 2021 era stato particolarmente elevato (pari a 18.3 milioni di euro), quindi si prevede che la crescita delle vendite progressive del 2022 segnerà un incremento meno marcato a partire dal mese di maggio 2022. Il Gruppo Cembre non registra rapporti di fornitura o vendita di importo rilevante nei confronti del mercato russo ed ucraino, di conseguenza la perdita di fatturato che può derivare dal conflitto in corso non è significativa. Si può stimare che il fatturato consolidato del Gruppo Cembre nell’esercizio 2022 sarà in crescita e si prevede un risultato economico positivo, nonostante il rincaro delle materie prime e le maggiori difficoltà di approvvigionamento riscontrate.”

Cembre è quotata alla Borsa Italiana dal dicembre 1997 e 24 settembre 2001 al segmento Star. In assenza di momentum, l’acquisto del titolo può essere valutato in ottica value considerando: gli ottimi fondamentali, l’interessante dividendo (superiore al 4% nel 2022 e mai ridotto dal 2012) e il fair value intorno a 29.78€ (potenziale implicito di upside intorno all’8%).

 

ESAUTOMOTION

Esautomotion, da sempre impegnata nella fornitura di soluzioni tecnologiche per l'automazione industriale, nasce nel 1962 a Carpi (Modena) come ESA GV.

La vera nascita della società nella sua forma attuale risale invece al 2011, quando ESA GV affronta una profonda crisi finanziaria che minaccia la continuità aziendale e il Direttore Generale (Gianni Senzolo) e un affermato manager italiano (Franco Fontana) rilevano gli asset operativi dell'azienda con un’operazione di management buyout.

La società sviluppa e vende sistemi integrati di Controllo Numerico Computerizzato (CNC). Si tratta di dispositivi software e hardware che costituiscono il core di soluzioni meccatroniche per l'automazione di macchine per la produzione industriale nei mercati delle lamiere (pressatura, piegatura, taglio), della lavorazione legno, marmo, vetro e robotica.

L’offerta software e hardware di Esautomotion è integrata con motori ed attuatori/drivers, necessari al movimento dei macchinari. Esautomotion gestisce anche l’interfacciamento della macchina con tutti i possibili utensili, sensori, dispositivi di carico scarico, posizionamento, controllo, robot, sensori e telecamere, oltre che con i sistemi informativi dell’azienda cliente. Inoltre, in tutto il mondo ogni macchina munita di un CNC Esautomotion è collegabile in teleassistenza col centro operativo dell’azienda.

Fonte: https://www.esautomotion.com/wp-content/uploads/2022/04/ESA-presentation_March-2022_new.pdf

Nel primo trimestre 2022 i ricavi del Gruppo, pari a euro 8.191 mln, registrano una sostanziosa crescita rispetto al 1Q2021 (+25.6%).

La società ha comunicato di non aver subito impatti diretti dal conflitto Russia-Ucraina, in quanto le aree coinvolte non costituiscono un mercato in cui sono presenti attività produttive o clienti.

Per quanto riguarda il Covid-19, invece, a decorrere da metà marzo le misure volte al contenimento del virus adottate in Cina hanno provocato un arresto delle attività della controllata locale (che rappresenta circa il 12% del fatturato del Gruppo). Ciò ha provocato la perdita di circa un mese di fatturato ed un accumulo di arretrato sulla produzione cinese; tuttavia, il management di Esautomotion è fiducioso di poter recuperare e chiudere positivamente su base annua.

Anche in questo caso, l’acquisto del titolo può essere valutato in ottica value o in ottica breakout se dovesse rompere al rialzo il triangolo in corso di formazione.



Top