Articoli

Azioni Digital Bros: l’analisi di un successo

Azioni Digital Bros: l’analisi di un successo

Pubblicato Mer 27 Luglio 2022 - 08:54 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Non più di dieci giorni fa abbiamo pubblicato un articolo elencando le 10 azioni italiane da tenere in considerazione (LEGGILO QUI).

Il monito, anche allora, era di non comprarle subito, ma valutarle e attendere il momento propizio.

 

Ecco che partiamo con l’analisi di queste azioni, una dopo l’altra, e proviamo a capire se questo momento dell’acquisto si è avvicinato o meno.

 

 

AZIONI DIGITAL BROS: Per certi versi, la situazione è simile a quella già discussa per azioni Zignago Vetro (articolo QUI): un grosso crollo seguito immediatamente dallo scoppio dei volumi e lo sviluppo di una congestione che, lo sappiamo bene, non è mai eterna.

 

I volumi, dopo qualche tentennamento nelle scorse settimane, sono tornati a sbocciare e un triangolo che aspetta di rompersi per prendere una direzione che, ad oggi, sembrerebbe proprio rialzista.

 

Nel novembre scorso, ancora una volta grafico alla mano, vediamo un crollo improvviso del 43%.

 

Improvviso sicuramente sì, ma per lo meno motivato: lo stesso giorno, infatti, Digital Bros aveva comunicato i conti del primo trimestre 21/22.

 

Il periodo in esame si era (tragicamente) chiuso con ricavi lordi consolidati in diminuzione di quasi il 36% (da 38,9 a 25 milioni di euro) e un margine operativo lordo passato da 18,4 a 7,8 milioni (-57,6%!).

 

In peggioramento anche la posizione finanziaria netta, positiva per 32 milioni rispetto ai 38 del periodo precedente.

 

Una condizione che, insomma, rende il crollo quasi obbligato e non ci fa domandare il perché.

 

Ma com’è la situazione attuale?

 

Innanzitutto, la forza finanziaria è da manuale, con tassi di crescita impressionanti e livelli da lasciare a bocca aperta.

 

La situazione debitoria è pressocché inesistente e la quotazione attuale appare sopra la media, il che dimostra (se i volumi non dovessero bastare) quanti occhi puntati addosso ha il titolo.

 

Di seguito il grafico dell'andamento del fatturato in verde e soprattutto la trendline blu della sua tendenza:

 

 

Parlando di crescita, guardando il grafico complessivo degli ultimi 16 anni notiamo una leggera diminuzione del fatturato, andamento del quale che però avvicinandosi ai giorni correnti si ribalta come dimostrato dal grafico che prende in esame gli ultimi 5 anni.

 

 

Guardando poi gli ultimi 3 anni più da vicino, in aumento ci sono sia i ricavi sia l’Ebitda.

 

 

Medesima situazione di crescita spettacolare, nel quadro degli ultimi 16 anni, anche per EPS ed Ebitda.  

 

 

 

La crescita degli ultimi anni si commenta da sola, qui sotto vediamo i livelli dal 2017 al 2022.

 

 

E i conti del presente, allontanandoci dal mondo per alcuni troppo mutabile dei grafici, come sono? Il voto è un "ni".

 

La società ha recentemente comunicato i risultati dei primi nove mesi dell’annualità 21/22 (l’azienda chiude il bilancio al 30 giugno).

 

Il periodo, come abbiamo visto anche dal grafico qui sopra, si è chiuso in calo: i ricavi lordi, pari a 83,14 milioni, hanno registrato una diminuzione del 28%, mentre il margine operativo lordo è passato da 45,86 a 31,54 milioni.

 

I vertici di Digital Bros prevedono investimenti con il lancio di nuovi prodotti a partire dal prossimo esercizio.

 

Secondo il management la posizione finanziaria netta si ridurrà anche nell’ultimo trimestre (rimanendo però sempre positiva) e poi tornerà a migliorare il prossimo anno.

 

È di circa un mese fa l’ultima acquisizione della società che, per 1,5 milioni di dollari, ha comprato l’editore americano D3 Go!

 

CONCLUSIONE: stiamo veramente attenti a questa azione pronti a comprarla non appena rompe i massimi della congestione. Vogliamo essere i secondi a comprare, quindi lasciamo ai primi il tempo di fare il loro lavoro.



Top