Articoli

Esplorando le scoperte dell'ITI: il salto di azioni Reply

Esplorando le scoperte dell'ITI: il salto di azioni Reply

Pubblicato Lun 27 Settembre 2021 - 09:05 da Emilio Tomasini Tag: Borsa

Al fine settimana si sale sempre sul treno dell'ITI, ormai si sa. Un viaggio a tappe che ci fa capire perché questa metodologia può funzionare e come i segnali che ci manda possano farci guadagnare, se accompagnati ovviamente a una saggia dose di senso critico e di analisi.

Da qualche settimana infatti stiamo riproponendo alcuni “best of” suggeriti dall'Independent Trend Index seguendo la loro storia: dalla prima volta che ne abbiamo parlato grazie a questo prezioso ranking targato Indipendente di Borsa a oggi. Lo abbiamo fatto con azioni Ediliziacrobatica (che per inciso è ancora in cima alla lista) poi con azioni Digital Value. Oggi parliamo di azioni Reply.

 

 

E come al solito prima di continuare vediamo alcune delle volte in cui grazie all'ITI questo titolo è comparso qua e là nei nostri articoli.

 

Febbraio:

https://www.emiliotomasini.it/fino-a-quando-il-trenino-fara-ciuf-ciuf-/

 

Marzo:

https://www.emiliotomasini.it/reply-prospettive-2021-2022-consulenza-it/

 

Agosto:

https://www.emiliotomasini.it/azioni-migliori-azioni-italiane-iti-independent-trend-index-7/

 

https://www.emiliotomasini.it/azioni-migliori-azioni-italiane-iti-independent-trend-index-8/

 

Settembre:

https://www.emiliotomasini.it/borsa-italiana-pronta-a-fare-un-salto-30-/

 

 

Partendo da marzo, ovvero da quando abbiamo iniziato a parlare di azioni Reply, i prezzi del titolo sono aumentati del 97,3%. Di recente vediamo un salto particolare di prezzi e volumi che ci fa pensare alla presenza di investitori istituzionali, e la rottura dei massimi è solo la ciliegina sulla torta di mesi più che soddisfacenti. Secondo gli ultimi dati di bilancio comunicati dall'azienda e relativi al primo semestre dell'anno in corso, i ricavi hanno raggiunto i 712,83 milioni di euro (+15,9%) e l'Ebitda è passato da 90,22 a 119,48 milioni di euro. Aumento da 53,94 milioni a 71,39 milioni, infine, per l'utile netto.

 

Ogni volta il refrain finale è sempre quello: e se avessi comprato la prima volta che l'ITI me lo ha messo sotto gli occhi? Che serva a tutti da lezione: impariamo a conoscere (e ad amare) questo fidato amico... noi crediamo che ne varrà la pena.



Top